was successfully added to your cart.

Saperi e Sapori (Emilia Romagna – Modena)

Rivista: Itinerari e luoghi – N. 111 di Marzo 2002

Cosa mangiare
Modena merita una visita anche per la sua superba cucina dove tra i primi spiccano le paste fatte in casa (tortellini in brodo, tortelloni di ricotta e spinaci, lasagne al forno con ragù e besciamella, tagliatelle, maccheroni al pettine), mentre tra i secondi s’impongono lo zampone , il cotechino e i lgran bollito al carrello da accompagnare con salsa verde e mostarda; il tutto innaffiato con Lambrusco (tra le tipologie DOC prodotte nella provincia troviamo il Sorbara, il Grasparossa e il S.Croce). Modena è inoltre nota per il suo ottimo prosciutto crudo e per il parmigiano reggiano, ma soprattutto per lo squisito, raffinato (e costoso) Aceto balsamico Tradizionale di Modena abbinabile a molte ricette: dall’insalata, alle carni, alla frutta e finanche ai dolci.

Cosa comprare
Per acquistare il celebre Aceto balsamico Tradizionale di Modena ci si può recare nella piacevole Acetaia di Giorgio (Via Cabassi, 67, tel 059.333015, www.acetaiadigiorgio.it). Per zamponi, prosciutti e altre golosità si può andare alla Premiata Salumeria Giusti (Via Farini, 75) che si vanta di essere la più antica salumeria del mondo; oppure al Forno S.Giorgio (Via Taglio, 6) dove, oltre alle specialità modenesi, si trovano anche dolci meravigliosi e particolari. Lungo la Via Emilia s’incontrano i negozi di moda più chic di Modena, mentre in Via Cesare Battisti e dintorni troviamo numerosi antiquari. Attenzione però agli orari: nel pomeriggio i negozi aprono in genere piuttosto tardi (attorno alle 16.30-17), mentre sono chiusi per riposo settimanale il giovedì pomeriggio.